Piano di marketing (gratuito) per brand di moda

Piano di marketing (gratuito) per brand di moda

Benvenuto a una nuova puntata del mio blog. Stavolta voglio condividere con te il mio personale piano di marketing utilizzato di recente per un noto brand di moda con il quale ho avuto il piacere di collaborare. Si tratta di un piano di marketing che ho pensato di offrire a titolo gratuito ai miei lettori, per dare loro la possibilità di promuovere un nuovo marchio senza per forza investire cifre folli. Come puoi immaginare il piano di marketing è uno strumento determinante per il successo di un brand di moda. Il settore del fashion è uno dei più competitivi e senza una strategia pubblicitaria adeguata è impensabile ottenere il riscontro desiderato. Ma non ti preoccupare, sono qui apposta per aiutarti: in cambio ti chiedo solo di condividere questo articolo sui tuoi profili social. Basta un clic per diffondere il sapere nella rete, cosa aspetti?

Bene, siamo pronti per cominciare. Sto per offrirti un piano di marketing vincente, già sperimento in passato con un brand italiano di moda di cui, per ovvie ragioni, non ti posso svelare l’identità. Inizieremo dalle attività più urgenti per poi focalizzarci su aspetti secondari come il funnel e il blog.

SITO WEB CON ECOMMERCE O SEZIONE NEWS (O ENTRAMBE)

Il sito web è la tua vetrina online. Dato che la moda è un business basato sull’immagine, è impensabile che tu possa lavorare e promuoverti senza un’identità digitale definita. Sebbene io sia piuttosto contrario alle agenzie web (di solito fanno solo casini), riconosco che il sito è diventato ormai obbligatorio. Meglio ancora sarebbe sviluppare un sito web e arricchirlo con un ecommerce, ovvero con uno spazio interno dedicato alla vendita online dei prodotti (abiti, scarpe, accessori e così via). L’ecommerce rappresenta un valore aggiunto in grado di portare notevoli vantaggi in termini di potenzialità di vendita: rispetto a una concorrenza meno agguerrita, un brand di moda con un ecommerce ben strutturato e un buon piano marketing può raggiungere un pubblico di utenti molto più ampio, scavalcando nella migliore delle ipotesi aziende già affermate a livello nazionale e internazionale.

Oltre alla parte di ecommerce andrebbe considerata poi la sezione news (o il blog, bene o male equiparabile alla sezione news). In questo caso il beneficio è dato dalla diffusione di contenuti e quindi dalla possibilità di posizionarsi online per le keyword di maggiore interesse. “Scarpe Made in Italy”, “maglione di lana alpaca”, “abbigliamento per bambini biologico”… Gli esempi si sprecano, ma il principio non cambia: più contenuti pubblicheremo, più chance avremo di raggiungere le vette di Google aumentando così il numero di visite al sito e i contatti (o le vendite, nel caso di un ecommerce). Non solo, perché le news permettono di alimentare canali e profili social preziosi come Facebook, Instagram, LinkedIn, Twitter e altri. E questo ci porta al secondo punto del nostro piano: il social media management.

ATTIVITÀ DI SOCIAL MEDIA MANAGEMENT PER BRAND DI MODA

Nel piano di marketing che ho elaborato per il mio cliente ho voluto includere fra le altre direttive una specifica e approfondita attività di social media management. Sottolineo specifica e approfondita perché a volte, anche nelle aziende più grandi, i social media vengono gestiti con troppa approssimazione, come se non avessero alcun importanza. Sbagliato! Curare i social media significa innanzitutto dimostrare la propria credibilità agli occhi del pubblico. Cosa penseresti se, un domani, scoprissi l’esistenza di un marchio di occhiali privo della pagina Facebook? Come minimo ti verrebbe qualche sospetto. Viceversa, se questa scoperta ti portasse a visitare una pagina con una fanbase ampia e attiva, ecco che la tua percezione sarebbe di gran lunga differente e ti verrebbe subito voglia di cliccare like e rimanere aggiornato sulle ultime novità.

Lo so, può darsi che anche tu, come tanti imprenditori, non abbia alcuna voglia di “apparire”. Ma questo purtroppo è uno scoglio che devi superare, e alla svelta. Rinunciare in partenza a uno storytelling viual su Facebook e su Instagram (per la moda questi due social sono il minimo sindacale) porta con sé conseguenze negative sia dal punto di vista dell’immagine che della potenza di fuoco. Ricordati che senza Facebook farai molta più fatica a veicolare le tue campagne pubblicitarie (advertising), sponsorizzare un evento nel tuo showroom, coinvolgere partner e influencer (vedi i prossimi punti del piano) e non da ultimo vendere i tuoi prodotti online (sia Facebook che Instagram ti consentono di taggare e vendere ciò che vuoi con estrema facilità!). Il mio consiglio? Assumi una social media manager in gamba!

BLOG PROFESSIONALE, EBOOK E NEWSLETTER

Se hai già visitato i siti dei tuoi concorrenti, ti sarai accorto che i più organizzati utilizzano, oltre alle normali news istituzionali, un blog indipendente o associato al sito stesso. Il blog amplifica l’eco del tuo brand di moda su Internet, riproponendo post sotto forma di guide, tutorial, consigli per gli acquisti, senza escludere notizie legate a eventi e novità di settore. La pubblicazione continuativa di post, nel lungo periodo, garantisce una visibilità enorme destinata a ripagarsi negli anni a venire. Più si investe in questa direzione, maggiore sarà il ritorno sotto il profilo dell’audience intercettata. “Come pulire le scarpe senza detersivo”, “Le 5 migliori alternative al berretto di lana”, “Quale copricapo usare in spiaggia”… anche qui ci sono tantissime ricerche da sfruttare per informare il pubblico e, di conseguenza, accendere i riflettori sul proprio brand di moda.

Disporre di un blog e di contenuti originali, oltre a quanto detto finora, semplifica il processo di creazione e successiva diffusione di un ebook. Grazie a un ebook il tuo brand di moda potrà argomentare e raccontare la propria identità con un mezzo efficace, pratico e immediato. Come nei migliori piani di marketing, l’ebook sarà ovviamente concesso in download gratuito in cambio dell’indirizzo email dell’utente. Quest’ultimo, accettando le condizioni di download, si iscriverà alla newsletter o verrà inserito nel cosiddetto funnel, ricevendo così a intervalli regolari offerte, promozioni, sconti e ogni altro genere di incentivo all’acquisto. Considerando che l’email, secondo diverse fonti autorevoli (fra gli altri Small Business Trends) risulta ancora oggi la tattica di marketing con il ROI più alto (40 dollari circa ogni dollaro speso), capisci come il gioco valga assolutamente la candela!

DAL PIANO ALL’AZIONE: IL RUOLO DEL MARKETING COACH

Nel 2019 un brand di moda non può pensare di gestire in autonomia una tale mole di variabili. Soprattutto, non può pensare di affidarsi a figure indipendenti che lavorano in modo disorganizzato l’una dall’altra. Come in un’orchestra ci vuole un direttore, così in un’azienda è opportuno che a dirigere il marketing ci sia il marketing coach. Questo professionista lavora al fianco dell’imprenditore e del suo team per assicurare il proficuo e regolare svolgimento delle campagne di pubblicità e promozione in essere. Il suo contributo perfeziona e ottimizza i risultati ottenibili con il sito, con i social media, con il blog e con tutti gli strumenti elencati finora. Ingaggiare un markerting coach vuol dire anche risparmiare tempo e soldi nei processi decisionali, indirizzando gli sforzi verso obiettivi coerenti con le capacità del business. Se vuoi saperne di più, ti consiglio di iscriverti senza impegno al primo mini corso dedicato alle Piccole e Medie Imprese in partenza il 30 maggio. Ti insegnerò come sia possibile distinguerti dalla massa dei brand di moda e aumentare il profitto della tua azienda di moda in tempi rapidi e a costi incredibilmente bassi.

Hai Dubbi o Domande?

Call

Sei un Imprenditore?

Hai mai pensato di effettuare una DIAGNOSI AZIENDALE®?

Clicca ora sul pulsante per ricevere maggiori informazioni e schedulare la tua sessione.

Categorie

Articoli Recenti

Hai Dubbi o Domande?

Call

Sei un Imprenditore?

Conosci il sistema che utilizzano le aziende per crescere velocemente?

Accedi ora GRATIS al WORKSHOP PMI SYSTEM

    Torna in alto