Il marketing giusto per vendere birra: 7 esempi vincenti

Il marketing giusto per vendere birra: 7 esempi vincenti

Negli ultimi anni l’industria della birra sta vivendo un vero boom nel nostro paese. Complici internet e i social media, i numeri sono sempre più consistenti un po’ ovunque. Facile, direte voi, la birra è già di per sé un brand, da sempre un prodotto giovane e versatile, sinonimo di gusto e tempo libero. A fianco dei grandi produttori ci sono tuttavia sempre più laboratori artigianali, che desiderano distinguersi e creare un proprio marchio, ma che spesso faticano ad emergere. Che ci crediate o no, la vera carta vincente che permette ad un piccolo produttore di affermarsi sul mercato e ritagliarsi la propria nicchia è proprio il marketing. In questo articolo voglio presentarti 7 esempi vincenti di birrifici artigianali e indipendenti, che hanno adottato la giusta strategia di marketing per vendere birra. Continua a leggere e scopri come ce l’hanno fatta!

1) BIRRIFICIO DELLA GRANDA: LA BIRRA CHE CREA VALORE

Nata nel 2009 dalla visione imprenditoriale e agricola di Ivano, il Birrificio della Granda è ben più di un semplice birrificio: è frutto di un movimento che crea una filosofia imprenditoriale, oltre al brand.

La sua strategia di marketing è molto ben studiata e implementata correttamente…nulla è lasciato al caso! Ma vediamo nello specifico di cosa sto parlando: 

  • Creazione del brand attraverso immagine ed etichetta: accanto all’indiscussa qualità del prodotto, Ivano sa bene quanto sia importante l’immagine per valorizzare il suo prodotto. Fin dall’inizio cura l’etichettatura e si impegna a creare un’immagine che sia riconoscibile e che incarni tutti i valori della sua impresa artigianale. 
  • Un sito web ricco ma trasparente: per quanto sia importante curare la propria presenza sui social, non bisogna dimenticare di avere un una pagina web ben fatta. Il sito del Birrificio la Granda racchiude tutto ciò di cui il pubblico ha bisogno: la presentazione dell’impresa stessa, lo shop online, il blog con novità e riconoscimenti, a cui si affianca il merchandising, necessario per promuovere il brand a tutto tondo.
  • La birra made in Piemonte che parla all’Italia e all’estero: un grande pregio di questo birrificio è la promozione del territorio piemontese in un’ottica nazionale ed internazionale. L’obiettivo è la creazione di un manifesto, sotto cui i birrifici artigianali italiani si ritrovino per promuovere la qualità e l’unicità del Made in Italy dentro e fuori i confini nazionali.
  • Premi internazionali e nostrani: grande risalto è dato anche ai premi di settore italiani ed esteri. Una mossa irrinunciabile per aumentare valore e farsi conoscere. 

2) BIRRIFICIO BARONA E IL CO-BRANDING

Milanese fino al midollo, il Birrifico Barona nasce nel 2015 con l’intento di unire passione e conoscenze tecniche, per creare un brand dallo stile unico ed inconfondibile. Complice la qualità delle acque milanesi e la filosofia tailor made dei suoi fondatori, questo birrificio punta su una strategia di marketing che metta esclusività e customer satisfaction ai primi posti.

La loro ricetta segreta di marketing? Eccola:

  • Co-branding e personalizzazione…ovvero? La produzione di una birra artigianale su misura per il cliente – sia esso un’altra azienda o un privato. Oltre alle birre acquistabili nello spaccio e nello shop online, il Birrificio Barona ha creato un servizio di personalizzazione, non solo del packaging e della lattina, ma anche della birra stessa. Questo cosa significa? Far entrare il cliente e renderlo partecipe della filosofia aziendale e dare vita ad una birra che crei una vera e propria esperienza. Un valore, questo, che aumenta il prestigio del prodotto e dell’impresa stessa.
  • Servizi trasversali: la differenziazione è fondamentale per dare motore ad un’impresa, e il Birrificio Barona lo sa bene. Infatti, accanto al co-branding ed alla personalizzazione, offre il noleggio di attrezzature e di food truck per fiere ed eventi.
  • Gift card: un altro servizio è quello della gift card di birre. Sebbene venga più spesso utilizzata per abiti e libri, la tessera regalo di birre sta prendendo sempre più piede, diventando un regalo originale e richiesto. Ottima strategia per farsi conoscere ed attrarre nuove nicchie di mercato.

3) IL BIRRIFICIO DI CAGLIARI: IL BREWPUB CHE PENSA IN GRANDE 

Quando alla produzione di birre artigianali si affianca una vera e propria attività di ristorazione e pub, il gioco è fatto! È questa la strategia di marketing vincente del Birrificio di Cagliari, che nasce nel 2009 con l’intento di vendere e promuovere le birre artigianali di sua produzione in un’ottica più grande, come quella della ristorazione. 

I loro punti di forza? Eccoli:

  • La creazione del primo brewpub sardo con lo scopo di promuovere le proprie birre artigianali prodotte in loco, affiancandole ad una cucina tipica e locale, di qualità. Una promozione, quindi, su più livelli, che vuole coinvolgere direttamente il consumatore, educandolo e rendendolo partecipe nella scelta delle birre e del cibo.
  • Eventi e serate dedicate a specialità o tradizioni del territorio, con lo scopo di attrarre sempre nuovi clienti e consumatori, anche tramite contributi video e foto.
  • Shop online in cui acquistare non solo la birra, ma anche gadget, coupon, beerbox e fustini a seconda delle proprie esigenze. Un servizio, questo, che sempre più birrifici artigianali stanno adottando e che sta avendo un grande successo. 

4) BIRRIFICIO ARTIGIANALE PETROGNOLA: L’ARTIGIANALE CON UNA RETE COMMERCIALE

Nato nel 2002 dalla passione del suo fondatore, Roberto, sottoforma di un piccolo laboratorio nei pressi di Lucca, il Birrificio Artigianale Petrognola, cresce rapidamente. Ben presto arrivano premi e riconoscimenti che le permettono di ampliarsi e di affermarsi sul mercato.

La strategia di marketing per vendere birra di questo birrificio non è solo quella di avere uno shop online, un buon sito e un packaging accattivante, ma anche essere in grado di costruirsi una rete di vendita sul territorio.

Vediamo meglio di cosa sto parlando:

  • Creazione del brand Petrognola: tramite l’impiego del farro della Garfagnana, il Birrificio Artigianale Petrognola crea un brand, con lo scopo di promuovere le materie prime locali toscane e l’artigianalità delle sue birre. Il risultato è, senza dubbio, un prodotto unico, di qualità e legato al proprio territorio d’origine, in poche parole un marchio ben definito da promuovere fuori e dentro i confini nazionali.
  • Il vero punto di forza di questo birrificio? Oltre all’artigianalità e all’indiscussa qualità della birra che produce, è la creazione di una rete di vendita e di distributori sul territorio. La vendita diretta del prodotto avviene in modo capillare su tutto il territorio nazionale, tramite una serie di rivenditori accreditati e partner (siano essi negozi, ristoranti, bar o pizzerie) in ogni regione. 

5) BIRRA GRAVITA’ ZERO: LA BIRRA GIOVANE CHE SA IL FATTO SUO 

Quando due fratelli e una sorella uniscono passione e conoscenze per il mondo della birra, nasce il Birrificio Gravità Zero. Accanto ad una presenza online accattivante e di tutto rispetto, la Birra Gravità Zero adotta una strategia di marketing vincente e su più livelli, puntando su qualità, artigianalità e servizi che ben pochi sono in grado di offrire.

Vediamo più da vicino le loro carte vincenti:

  • TreeBale – la brand community. Spesso quando si parla di brand si pensa solo al nome, all’immagine e al logo che lo caratterizza. Per avere un brand di successo questi tre ragazzi hanno capito che bisogna fare di più, bisogna creare una vera e propria community, in cui promuovere i proprio valori, oltre al prodotto. Il risultato è la nascita di un network di estimatori e altri professionisti che acquistino e vendano la loro birra, aumentandone il valore e la brand identity.
  • I servizi di “affitta il birraio”. Questa sì che è una vera idea differenziate! Lo so, molto birrifici affittano l’attrezzatura, ma ben pochi hanno pensato ad un servizio completo e diverso per ogni esigenza. Con le tre opzioni di “affitta il birraio”, questo birrificio ha trovato la strategia giusta per ampliare e conoscere più da vicino la propria nicchia di mercato e non solo attraverso la vendita dei propri prodotti.
  • Regali su misura: un altro servizio che sta sempre più prendendo piede è il regalo personalizzato. In questo caso, con tanto di etichetta su commissione.

6) L’AURA BIRRA: LA BIRRA SALENTINA CHE PROMUOVE LO SHOW FOOD

Esperienze internazionali, competenze tecniche ed un’anima artigianale fanno da sfondo a l’Aura Birra, birra artigianale salentina di cui Laura e Mauro ne sono i creatori. Come molti altri produttori artigianali, anche l’Aura Birra punta su social media, sito, e-shop, oltre ad un prodotto artigianale di qualità, caratterizzato dal proprio territorio d’origine, ma cosa la differenzia?

Ecco la loro ricetta di marketing vincente:

  • Birra e Barbecue: la promozione della birra va di pari passo con ricette e mondo del barbecue, ben illustrato sul loro sito. Perché questo? Perché fare marketing significa attrarre una nuova fetta di mercato che sia complementare al mondo delle birre.
  • Il connubio di truck food si accompagna a quello di truck beer, ovvero? La possibilità di spostarsi e di fornire un servizio itinerante di birra e cucina, in cui assaporare le loro birre, insieme al cibo cucinato al momento. La carta vincente di l’Aura Birra è, così, quella di promuovere online, ma soprattutto offline e fisicamente la propria birra tramite lo show food, in piazze, eventi e feste private. 

7) CHIANTI BREW FIGHTERS E IL PENSIERO ALTERNATIVO

L’idea differenziate dei Chianti Brew Fighters è, senza dubbio e per loro stessa ammissione, quella di produrre birra nel Chianti, dove solitamente si produce vino. La chiave del loro successo, oltre a passione e studio, è una strategia di marketing per birra che si costruisce nel tempo in modo accurato e senza passi falsi.

Vediamo più da vicino la loro strategia vincente:

  • Creare un brand indipendente e “ribelle”: la creazione dell’immagine di questo birrificio, da parte di uno studio di design e grafica, rappresenta il punto di svolta che li porta al successo. La creazione ad hoc del logo, incarna appieno la loro filosofia d’impresa ed il legame con il territorio e si presenta subito come tratto distintivo. Quando vi dico che per certe cose bisogna affidarsi a dei professionisti (come il sottoscritto), non lo dico a caso!
  • La creazione di un network in Italia ed all’estero tramite la partecipazione a fiere ed eventi anche al di fuori dei confini nazionali. Il risultato è la nascita di una cooperazione attiva e creativa con altri produttori artigianali, anche oltre in confini nazionali. Un’ottima strategia, questa, per continuare ad evolversi e scambiare conoscenze, anticipando anche quelli che saranno i trend del settore.
  • Uno shop online in cui vendere birre, dal packaging e dai nomi ad dir poco dissacranti ed accattivanti.

 E tu, stai adottando la corretta strategia di marketing per la tua impresa? Prenota la tua diagnosi aziendale e contattami! Insieme daremo motore alla tua attività.

Hai Dubbi o Domande?

Call

Sei un Imprenditore?

Hai mai pensato di effettuare una DIAGNOSI AZIENDALE®?

Clicca ora sul pulsante per ricevere maggiori informazioni e schedulare la tua sessione.

Categorie

Articoli Recenti

Hai Dubbi o Domande?

Call

Sei un Imprenditore?

Conosci il sistema che utilizzano le aziende per crescere velocemente?

Accedi ora GRATIS al WORKSHOP PMI SYSTEM

    Torna in alto