HOME CHI SONO BLOG CORSI DIAGNOSI AZIENDALE C O N T A T T A M I Login

Brand Positioning: 5 esempi di posizionamento reali

brand positioning Apr 05, 2019

Brand positioning. Ovvero: posizionamento del brand. È di questo che ti voglio parlare oggi, caro imprenditore. L'argomento è vasto, ma vorrei trattare in particolare le strategie di brand positioning nell'affollato mercato locale così come in quello italiano o internazionale. Non importa cosa tu venda o cosa tu offra, non importa quanto grande e strutturata sia la tua azienda, non importa se hai quindici o centocinquanta dipendenti. Ciò che conta è che il tuo brand, e cioè il tuo marchio, abbia una sua identità, vale a dire una sua posizione ben riconoscibile agli occhi del pubblico. Dopo una breve panoramica di presentazione, ti mostrerò cinque esempi concreti di altrettante aziende famose che sono riuscite ad attuare strategie di posizionamento efficaci con risultati davvero incredibili. Prima però, ti chiedo come al solito un piccolissimo sforzo per condividere sui tuoi profili social questo post, ricompensandomi così del duro lavoro che ho svolto per scriverlo.

Fatto? Benissimo, diamoci dentro allora. Iniziamo dalla domanda più importante: come attuare una strategia di brand positioning? E perché è fondamentale distinguersi? Se hai le doti dell'imprenditore non ti sarà difficile rispondere. In uno scenario come quello attuale, dove la concorrenza è agguerrita e gli spazi di manovra sono sempre più esigui, intercettare il potenziale cliente diventa una sfida. Per non rischiare di essere “uno dei tanti”, è indispensabile studiare con attenzione il panorama di prodotti e servizi, formulando una strategia all'altezza per colpire l'immaginazione del pubblico e convincerlo che tu, al contrario di altri, rappresenti la risposta ai loro desideri. Occorre dunque studiare le aspettative e i gusti delle persone, costruire un'identità capace di sedurre i consumatori, in una parola: posizionare il tuo brand sul mercato. Detto così sembra facile, ma come passare dalla teoria alla pratica? Per rispondere voglio condividere con te cinque esempi vincenti di strategie di posizionamento del brand. Per ciascuno ti ho segnalato alcuni dati salienti e un video significativo a proposito del posizionamento del brand. Iniziamo da Red Bull, l'energy drink che “ti mette le ali”.

ESEMPIO DI POSIZIONAMENTO N° 1: RED BULL ENERGY DRINK

Prima dell'avvento di Red Bull il concetto di “energy drink” nemmeno esisteva. Eppure questa azienda è riuscita a creare un bisogno e soddisfarlo di conseguenza. La comunicazione ha giocato in questo caso un ruolo cruciale. Red Bull è ormai riconoscibile a prima vista sia a livello di packaging delle lattine (l'inconfondibile colore blu e argento), sia per quanto riguarda gli spot pubblicitari (i cartoni animati con grafica essenziale), sia ancora prima sul fronte dello slogan (l'energy drink che ti mette le ali). Non solo, perché la stessa Red Bull ha ricamato sopra il proprio drink un'intesa campagna promozionale basata sul tema adrenalina e sport. Eventi goliardici e competizioni sportive sono diventate occasioni divertenti e coinvolgenti per dare visibilità ai prodotti Red Bull e confermare la leadership del marchio nel settore dell'energy drink. A tutto questo, se ancora non bastasse, aggiungi le famose auto guidate da belle ragazze con la riproduzione in formato gigante della lattina Red Bull... et voiltà: il posizionamento del brand è fatto!

 

ESEMPI DI POSIZIONAMENTO N° 2: TESLA

Altro esempio celebre di brand positioning è il marchio Tesla. Parliamo di un'azienda divenuta in pochi anni la società di riferimento del settore auto elettriche, sia negli Stati Uniti che nel resto del mondo. Un processo rapido e inarrestabile, reso possibile anche qui da un lavoro di posizionamento del brand superlativo. L'auto Tesla non è stata pensata e proposta come una macchina elettrica qualunque, bensì come un prodotto innovativo, dalle performance superiori, in grado di battere perfino le auto tradizionali in quanto a velocità e accelerazione. Complice la figura di genio visionario incarnata da Elon Musk, imprenditore con idee a dir poco fuori dal comune, l'azienda è cresciuta fino alle attuali dimensioni (45.000 dipendenti) e promette di continuare a stupire il mondo nel comparto della mobilità, del fotovoltaico e dei sistemi di accumulo. Nonostante le difficoltà dell'ultimo periodo, Tesla rimane un case study molto interessante di posizionamento del brand: eccoti un breve video per capire cosa intendo (notare il numero di visualizzazioni!).

 

ESEMPI DI POSIZIONAMENTO N° 3: SATISPAY

#doitsmart. “Falla semplice”. Così si potrebbe tradurre lo slogan (e al tempo stesso l'hastag) ideato da Satispay. Il nome non ti dice nulla? In effetti Satispay non è ancora un colosso, ma lo sta diventando alla velocità della luce. Nata come start up, questa azienda fondata da tre amici italiani si è posizionata sul mercato come alternativa ai pagamenti tradizionali in contanti e con carta di credito. C'era già PayPal? Certo, ma Satispay è andata oltre, specializzandosi in micropagamenti via smartphone. Grazie a una grafica particolare, basata sulla combinazione sapiente del rosso e del bianco, e grazie a una comunicazione accattivante realizzata proprio attraverso lo smartphone, la web app Satispay si è diffusa a macchia d'olio sia fra le persone normali sia fra i commercianti. Oggi anche le catene di supermercati e le banche hanno incluso Satispay fra i propri sistemi di pagamento, e questo la dice lunga su quanto il servizio abbia centrato l'obiettivo del brand positioning. Eccoti il video di presentazione in cui vengono riassunti i vantaggi di Satispay e i punti di forza rispetto alla (non) concorrenza.

 

ESEMPI DI POSIZIONAMENTO N° 4: 4OCEAN

Qualcuno sentiva forse il bisogno di braccialetti in plastica? Direi di no, eppure 4Ocean di braccialetti ne sta vendendo decine di migliaia in tutto il mondo, Italia compresa. Il motivo? Questa giovane azienda fondata da due surfisti americani non utilizza per i suoi braccialetti plastica qualunque, ma plastica recuperata dal mare, ovvero dagli oceani. Un esempio di posizionamento del brand vincente, accolto con favore dal pubblico che subito ha riconosciuto nell'iniziativa una soluzione concreta per aiutare l'ambiente. Anche qui la comunicazione, soprattutto via social network (Instagram e Facebook in testa), ha fatto il resto. Fantastica la scelta di equiparare il braccialetto con il peso (1 pound), rendendo ancora più intuitiva l'associazione “1 braccialetto = 1 pound di plastica”. Tanti, ovviamente, hanno scelto di regalare questo braccialetto al partner come gesto d'amore. Qui il video dell'ambizioso progetto The path to 1 million pounds (Il percorso verso 1 milione di pound).

 

ESEMPI DI POSIZIONAMENTO N° 5: GOOPTI

Il potere del brand positioning consiste nel riuscire a dare spazio a prodotti e aziende anche in un mercato già saturo. Per l'ultimo esempio di posizionamento del brand ho scelto Goopti, azienda che riprende servizi già proposti da altri player (da Uber a Blablacar) ma con un focus peculiare. Qui non si parla infatti di car sharing in generale, bensì di transfer da casa o dall'ufficio all'aeroporto. Goopti insomma ha deciso di posizionarsi come alternativa al taxi (e ai servizi di condivisione già citati) solo per quanto riguarda il trasferimento verso l'aeroporto. Un'alternativa, come recita il sito web istituzionale, “conveniente, affidabile e professionale”, capace di rendere questa esperienza più smart, per cui più facile, più sicura e anche più economica. Il fatto che tutti noi abbiamo già visto in giro nelle grandi città una macchina Goopti rivela quanto il servizio sia oggi diffuso e apprezzato da una clientela trasversale. Eccoti il video di presentazione del servizio!

 

Sei un Imprenditore?

Conosci il sistema che utilizzano le aziende per crescere velocemente?

Accedi ora GRATIS al WORKSHOP PMI SYSTEM

Close

85% Completato

Sei un imprenditore?

Conosci il sistema che utilizzano le aziende per crescere velocemente?

Accedi ora GRATIS al WORKSHOP PMI SYSTEM