15 cose da sapere sul consulente in marketing strategico

15 cose da sapere sul consulente in marketing strategico

Il consulente in marketing strategico è una figura di primo piano nell’impalcatura di un’azienda moderna. Coordinare il marketing e quindi la promozione permette di risparmiare soldi, migliorare l’efficacia delle campagne pubblicitarie, velocizzare i processi e garantire una più proficua collaborazione delle parti (dipendenti, agenzie partner, reparto grafico, web agency, ecc).

Nel mio lavoro di marketing coach ho assistito decine di business come consulente in marketing strategico esterno e mi sono reso conto che intorno a questo professionista aleggiano un bel po’ di stereotipi e luoghi comuni, a partire dall’effettivo ruolo che dovrebbe ricoprire. Detta altrimenti: chi è e che cosa fa in concreto un consulente in marketing strategico? Prima di rispondere, ti chiedo come sempre qualche secondo del tuo tempo prezioso per ricambiare a costo zero i miei sforzi. Ti andrebbe di condividere questo articolo nei tuoi canali social?

Ottimo, a buon rendere allora! Sono sicuro che non rimarrai deluso da questa lista. Ho selezionato una a una le cose che devi sapere prima di decidere se ingaggiare un marketing coach o consulente in marketing strategico che dir si voglia. Ne avrai bisogno? Decidilo tu in totale autonomia, dopo aver letto con attenzione quello che ti sto per svelare. Iniziamo subito!

1) IL CONSULENTE IN MARKETING NON FA (SOLO) PUBBLICITA’

Partiamo da un luogo comune duro a morire. Il consulente in marketing strategico non è assimilabile al creativo di un’agenzia pubblicitaria. Marketing può voler dire ad esempio ripensare al posizionamento del brand in ottica di rilancio della società o di aggressione di nuovi mercati all’estero. Attenzione anche allo stereotipo della pubblicità dai costi esagerati: in diversi articoli ho spiegato come si possa fare marketing senza spendere per forza un patrimonio, vedi fra i tanti l’approfondimento sulle tecniche per fare pubblicità a costo zero (o quasi).

2) LA CONSULENZA STRATEGICA IN MARKETING AIUTA LE PMI

Altro mito da sfatare è quello secondo cui la consulenza in marketing strategico è “roba da multinazionali”. Tutt’altro! Sono proprio le Piccole e Medie Imprese a trarre il massimo beneficio dalla collaborazione di un consulente specializzato in marketing. Tabaccherie, ristoranti, hotel, palestre, centri estetici e altri business potranno aumentare il profitto (e non per forza il fatturato), snellire le procedure decisionali e ammodernare l’attività in modo semplice e veloce.

3) PUOI SCARICARE LE SPESE DI CONSULENZA IN MARKETING

La consulenza di un marketing coach ovviamente costa, ma non devi pensare di interfacciarti con un dilettante. Molti marketing coach, come il sottoscritto, dispongono di una propria società regolarmente registrata con tanto di Partita IVA. Affidandoti a loro potrai richiedere la fattura per la prestazione e scaricare di conseguenza le spese.

4) AVRAI UNA SQUADRA DI PERSONE IN OUTSOURCING

Uno dei problemi che si presentano con molte aziende è l’assenza o incompetenza del personale interno a cui sono state delegate certe mansioni. La segretaria che scrive i testi della sezione news, il contabile che siccome sa l’inglese traduce le brochure, eccetera eccetera. Il consulente in marketing coach, di solito, può contare su una squadra di professionisti e partner grazie ai quali è in grado di fornire molteplici servizi a costi ridotti.

5) IL CONSULENTE TI FA RISPARMIARE TEMPO E DENARO

Delegare attività di cui non riesci o non puoi occuparti – come l’advertising o la formazione del personale – non è uno spreco di soldi ma un investimento lungimirante che ti evita un bel po’ di stress e che rende la tua azienda più competitiva sul mercato. Pensaci bene: quante volte ti sei ripromesso di girare quel famoso video promozionale e non hai ancora trovato nemmeno il tempo di cercare un videomaker? Ecco, sappiamo entrambi di cosa sto parlando vero?

6) IL CONSULENTE IN MARKETING S. FIDELIZZA I TUOI CLIENTI

Una delle sfide che più mi appassiona riguarda la fidelizzazione dei clienti. Fidelizzare un cliente significa spingerlo a comprare di nuovo una seconda, una terza, una quarta volta e così via. Le tecniche per riuscire in questo compito sono molteplici, ma un bravo marketing coach dovrebbe conoscerle (bene) e saperle attuare (altrettanto bene) a seconda del tipo di business che si trova ad affiancare.

7) LA CONSULENZA SI FA ANCHE ONLINE (SKYPE & CO.)

“Eh bello bello, ma non ho tempo”, “Ah mi servirebbe tantissimo, ma come faccio a spostarmi se sono sempre in ditta?”… Ho sentito parecchie volte queste (e altre) lamentele. E a tutte rispondo allo stesso modo: le mie consulenze strategiche avvengono il più delle volte online, o via Skype o con WhatsApp o con altre piattaforme per lavorare da remoto. Facile, gratuito e alla portata di chiunque!

8) PUOI RICEVERE SUPPORTO PER QUALUNQUE TIPO DI VENDITA

Che tu abbia un ecommerce, uno showroom o una serie di punti vendita non importa, né conta ciò che vendi. Il consulente in marketing coach non è specializzato in un determinato business: consideralo come uno scienziato del marketing, il cui compito è fornirti le risposte di cui hai bisogno in base alla situazione di partenza, al target, all’area geografica in cui ti trovi e alle altre variabili.

9) I SUGGERIMENTI DI UN CONSULENTE SONO OPINABILI

Per un imprenditore non è facile sentirsi giudicare o anche solo ricevere consigli da un perfetto sconosciuto. Ecco perché ai miei clienti premetto sempre una cosa fondamentale: i miei suggerimenti li andremo a discutere insieme, o con il diretto interessato o con l’agenzia che segue la promozione o con il responsabile del reparto digitale o con le altre figure coinvolte. Non sono uno che dà ordini: se mi hai pagato è chiaro che ti conviene ascoltarmi, ma con un bel margine di opinabilità e sano confronto di mezzo.

10) ESISTONO MARKETING COACH FAMOSI IN TUTTO IL MONDO

La figura del marketing coach non ti convince? Sappi che non sono il primo e non sono l’unico a fare questo mestiere. Altri consulenti in marketing strategico a cui io stesso mi ispiro sono Jay Abraham, Dan Sullivan o il mitico Robert Cialdini, e questo solo per citare i principali. Lavorano in tutto il mondo con business che fatturano milioni di euro l’anno (io ho deciso di lavorare solo con chi ne fattura più di due). Un indizio di quanto sia utile, prezioso e richiesto il nostro contributo.

11) ANCHE TU DEVI SAPERTI METTERE IN GIOCO

Uno degli ostacoli più grandi per un marketing coach è trovarsi di fronte a un imprenditore che non si schioda dalle proprie idee e non possiede quindi l’intraprendenza necessaria per cambiare posizione. Se vuoi collaborare con il sottoscritto, devi imparare a metterti in gioco, osare, discutere e rivedere le tue strategie promozionali. Del resto se hai scelto un coach, devi prepararti all’allenamento!

12) PIANI DI MARKETING: MEGLIO SE A LUNGO TERMINE

Le tempistiche di una consulenza in marketing strategico sono oggetto di grandi (e futili) discussioni. Non mi riferisco alla mia disponibilità, che viene stabilita in base agli accordi (dalle formule una tantum al rapporto continuativo). Parlo di risultati, e per la precisione di quando questi risultati arrivano. Devi sapere che costruire un piano di marketing è un compito lungo e difficile, non si fa niente dall’oggi al domani, ci vogliono mesi e a volte anni. Il vantaggio è che questi risultati rappresentano un investimento e come tali sono destinati a generare benefici per un periodo medio-lungo.

13) IL CONSULENTE IN MARKETING S. NON E’ UN FACTOTUM

Chiariamolo ancora una volta: il consulente in marketing strategico non è la persona che ti gestisce la pagina Facebook (per quello c’è il social media manager), non è nemmeno colui al quale puoi affidare la tua campagna AdWords (per quello ci sono gli esperti Google Adwords) o le tue brochure (chiedi al grafico!). Il consulente in marketing strategico è un regista che coordina i vari professionisti e svolge compiti specifici. Se cerchi un factotum sbagli, perché a questo mondo nessuno può fare tutto, e chi ci prova finisce per combinare solo guai.

14) IL SUCCESSO DELLA STRATEGIA DIPENDE ANCHE DA TE

Come consulente in marketing strategico ho il dovere di avvisarti: devi credere nei miei consigli, ma non per modo di dire. Ho lavorato con aziende del calibro di U-Power, Pitti, Aeroporto di Bologna, ho creato dal nulla brand internazionali, ho realizzato mansionari, definito KPI, venduto e acquistato negozi… so come farti arrivare al successo, dipende però da te seguirmi lungo questa fantastica strada.

15) DAL BRAND POSITIONING ALLA FORMAZIONE: COSA E COME

Ti ho spiegato tante cose sul consulente in marketing strategico, ma ancora non ti ho detto di cosa si occupa in concreto. Le mie attività sono tante e includono il posizionamento del brand, la creazione di un processo di marketing automatico, l’aumento dell’utile netto, la gestione della pubblicità aziendale, la ricerca di nuovi clienti online… Che ne dici, vogliamo sederci e parlarne insieme seriamente?

Contattami o richiedi una consulenza!

Hai Dubbi o Domande?

Call

Sei un Imprenditore?

Hai mai pensato di effettuare una DIAGNOSI AZIENDALE®?

Clicca ora sul pulsante per ricevere maggiori informazioni e schedulare la tua sessione.

Categorie

Articoli Recenti

Hai Dubbi o Domande?

Call

Sei un Imprenditore?

Conosci il sistema che utilizzano le aziende per crescere velocemente?

Accedi ora GRATIS al WORKSHOP PMI SYSTEM

    Torna in alto