HOME CHI SONO BLOG CORSI DIAGNOSI AZIENDALE C O N T A T T A M I Login

10 tecniche per fare pubblicità a costo zero (o quasi)

pubblicità Jan 31, 2019

Bentornati a un nuovo articolo dedicato come sempre alle PMI e alle aziende con un business in via di sviluppo. L'argomento di oggi riguarda la pubblicità, e nella fattispecie la pubblicità per le Piccole e Medie Imprese. Voglio partire chiarendo subito un punto: non sono contro la pubblicità e il marketing, sono piuttosto contro le agenzie pubblicitarie e le web agency, che spesso non fanno altro che da intermediarie per svolgere un lavoro – quello della promozione – che potresti gestire benissimo da solo. Se è vero, come disse il celebre Henry Ford, che chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l’orologio per risparmiare il tempo, è altrettanto vero che esistono svariati sistemi per ottenere visibilità a costo zero (o quasi).

Scopo di questo articolo è appunto quello di mostrarti la via per attirare l'attenzione sui tuoi prodotti e servizi senza per forza investire risorse ingenti in campagne pubblicitarie (e soprattutto in agenzie!). Esattamente quello che insegno ai miei clienti in veste di marketing coach. Prima di illustrarti le dieci principali tecniche del momento per fare pubblicità a costo zero, ti chiedo solo di condividere con un semplice clicil contenuto che hai davanti agli occhi. Un modo veloce e utile per ricambiare quella che, di fatto, è una piccola consulenza gratuita nel tuo esclusivo interesse. Cominciamo?

1) FARE PUBBLICITA' CON TESTIMONIAL E BRAND AMBASSADOR

I testimonial giocano da sempre un ruolo decisivo nelle logiche di passaparola e promozione. Sono loro i portabandiera (o brand ambassador) di un marchio, non importa il settore o il tipo di prodotto.  È quindi innanzitutto ai testimonial che dobbiamo guardare se vogliamo farci pubblicità a costi irrisori. Tra le buone pratiche da adottare segnalo a titolo di esempio il fatto di rispondere ai commenti e alle recensioni online, la possibilità di interagire con lo staff attraverso i social media, e ancora l'invio di braccialetti o adesivi con il logo dell'azienda, ottimi espedienti per trasformare il cliente in un vettore della nostra offerta. Tecniche più spinte prevedono la sponsorship di un'impresa sportiva o di un eventofornendo a chi di dovere uno o più prodotti in catalogo a titolo gratuito.

2) FARE PUBBLICITA' CON VIDEO SU YOUTUBE

I video sono al giorno d'oggi una delle migliori forme di pubblicità di cui una PMI possa disporre. Non parlo ovviamente di spot televisivi da milioni di euro, bensì di video che qualsiasiimprenditore o dipendente possono realizzare con attrezzature semplici (una fotocamera, uno smartphone, ecc). La piattaforma per eccellenza dove caricare questi filmati è Youtube: si crea il proprio canale (come si fa con la pagina Facebook) e si postano video rispettando una certa cadenza (di solito una volta a settimana o due volte al mese). Un esempio è il canale Youtube di Equipe Estetica, gestita dal team del chirurgo Giovanni Ponzielli. Nel canale vengono pubblicati video testimonianze, ma anche filmati degli interventi che – a vedere il numero di visualizzazioni totalizzate – portano senza dubbioenormi benefici in termini di pubblicità.

3) FARE PUBBLICITA' CON IL GUERRILLA MARKETING

Sebbene il mercato digitale rimanga il più appetibili per strategie promozionali a budget ridotto, non voglio per questo privarti del piacere di fare marketing anche offline. Ecco perchévoglio parlarti di guerrilla marketing, una forma di pubblicità molto particolare, senza regole e confini definiti, che si attua nel mondo reale sfruttando la creatività e l'inventiva. Potresti coprire il tronco di un albero con le coperte in lana della tua azienda tessile quando arriva il freddo, o magari ingaggiare una ragazza per regalare ai passanti collane artistiche realizzate con le capsule del caffè da te commercializzate. Le idee si sprecano, l'importante è stupire e fare sì che il pubblico scatti fotografie e le condivida, ampliando così l'effetto della pubblicità. Ecco alcune attività di guerrilla marketing messe in pratica da aziende famose ma anche da piccoli e medi business:

4) FARE PUBBLICITA' CON GUEST POST SU BLOG E PORTALI

Quante volte ti è capitato di leggere interviste a un imprenditore o articoli dedicati espressamente a un prodotto o un servizio? A me spesso, e penso di non essere l'unico. Non credere che questi articoli siano sempre nati da richieste del giornalista di turno. Spesso è il giovane titolare di una start up o il socio più intraprendentedi una società che cercano di trovare interlocutori disponibili a dargli voce. E così, scrivendo in prima persona a un blog, a un portale tematico, a un magazine digitale o perché no, a un giornale cartaceo, nascono occasioni di promozione incredibili e a costo zero. Anche in questo caso le opportunità non mancano, ma devi saperle cogliere!

5) FARE PUBBLICITA' CON PPC SU FACEBOOK O INSTAGRAM

La quinta tecnica per fare pubblicità a costi insignificanti si chiama PPC. Questa sigla non è altro che l'acronimo di Pay Per Clic, un metodo di promozione basato sulla visualizzazione di annuncie sul pagamento degli stessi per ogni clic effettuato dal pubblico di utenti. In base alla qualità dell'annuncio, alla sua pertinenza e al numero di concorrenti, i clic sugli annunci potranno costare di più o di meno, con ripercussioni sul budget della campagna. Facebook e Instagram offrono da questo punto di vista un sistema di PPC eccellente perché facile da gestire, estremamente targhettizzato e con margini di spesa a totale discrezione dell'amministratore. Piccoli investimenti di 100-200 euro al mese possono dare risultati superlativi in termini di vendite e riscontro, quindi perché non provare?

6) FARE PUBBLICITA' SFRUTTANDO IL CONTENT MARKETING

Il content marketing è un'altra delle tecniche per fare pubblicità gratis che ti consiglio di prendere in (seria) considerazione. Content marketing significa generare traffico da Google verso il proprio sito o ecommerce – e quindi verso il proprio business – pubblicando articoli online, tipicamente all'interno di un blog o sezione news associati al sito. Per riuscirci è necessario individuare le parole chiave più performanti e in target, elaborando di conseguenza un piano editoriale valido e scrivendo di mese in mese un certo numero di articoli ottimizzati. Le competenze qui sono più avanzate e appartengono di solito a copywriter SEO esperti, ma nulla vieta di mettersi alla prova, seguire corsi di formazione e attuare una politica di content marketing capace di portare traffico naturale e continuativo al sito web.

Affidati alla mia consulenza e scopri come fare pubblicità alla tua impresa!

7) FARE PUBBLICITA' ORGANIZZANDO EVENTI E PORTE APERTE

La settima tecnica, ancora troppe volte sottovalutata dai tanti imprenditori con i quali collaboro, è quella di organizzare eventi e aprire le porte della propria azienda. Interessante a questo proposito è la strategia del colosso Leroy Marlenche attraverso appositi corsi per il fai-da-te gratuiti, riesce a coinvolgere il pubblico e invitarlo nei magazzini, suggerendo in modo naturale e poco invasivo i migliori prodotti da acquistare per potare gli alberi da frutto, riverniciare casa, ottimizzare i consumi energetici in ufficio e così via. Un costo decisamente basso (si tratta di impegnare un dipendente per una o due ore) a fronte di potenzialità di vendita e pubblicità notevoli.

8) FARE PUBBLICITA' TRAMITE NEWSLETTER AGLI ISCRITTI

A costo di essere ripetitivo torno a segnalare uno strumento fra i più dirompenti per fare pubblicità, ovvero la newsletter. Come tutti sanno la newsletter è un'email periodica inviata agli iscritti quando ci sono novità da segnalare. Il messaggio arriva diretto nella casella di posta elettronica dell'utente, e questo determina un livello di confidenza altrimenti difficile da raggiungere. Insieme alle ultime notizie possono essere veicolati ovviamente anche offerte speciali, coupon sconto e altre forme di promozione del brand ormai note e diffuse. Se non hai ancora impostato la tua newsletter, ti consiglio di procedere al più presto in questo senso: esistono piattaforme che ti offrono questo servizio a titolo gratuito, approfittane!

9) FARE PUBBLICITA' NEL PROPRIO GRUPPO CHIUSO

Telegram, Whatsapp, Facebook, LinkedIn... sono tanti i canali che consentono di gestire un gruppo chiuso. Il senso dell'operazione è lo stesso della newsletter: mantenere una comunicazione diretta con il pubblicodi fedelissimi, i quali, a loro volta, potranno spargere la voce, diventare testimonial e richiamare con il passaparola altre persone. Una cerchia ristretta (ma che ovviamente crescerà con il tempo) diventa in questo modo lo zoccolo duro del brand, una fan base diutenti sempre molto attivi e ricettivi nei confronti delle nostre proposte e iniziative. Anche qui costi nulli: basta un telefonino, una connessione e un minimo di capacità comunicative.

10) FARE PUBBLICITA' CON UN FUNNEL EFFICACE

E veniamo alla decima tecnica per fare pubblicità: il funnel. Si tratta di qualcosa di molto simile alla newsletter, ma con una differente configurazione. Se nella newsletter le comunicazioni sono periodiche senza limiti di tempo, il funnel prevede un certo numero di email (di solito dalle quattro alle otto massimo) con una progressione logica ben precisa. Gli iscritti vengono accolti da un'email di benvenuto e guidati passo passo alla scoperta di un prodotto o di un servizio, con l'obiettivo di generare un lead (e cioè una conversione) durante o dopo il completamento del funnel. Una soluzione efficace e ancora una volta a costo zero per quanti desiderano fare pubblicità nei confronti di un pubblico trasversale.

Vorresti saperne di più? Scopri i miei servizi come marketing coach!

Sei un Imprenditore?

Conosci il sistema che utilizzano le aziende per crescere velocemente?

Accedi ora GRATIS al WORKSHOP PMI SYSTEM

Close

85% Completato

Sei un imprenditore?

Conosci il sistema che utilizzano le aziende per crescere velocemente?

Accedi ora GRATIS al WORKSHOP PMI SYSTEM