HOME CHI SONO BLOG CORSI DIAGNOSI AZIENDALE C O N T A T T A M I Login

7 esempi di marketing storytelling che funzionano

Il marketing storytelling ha conosciuto negli ultimi anni una crescita esponenziale. Molti guru del web ne parlano però a sproposito: personaggi più o meno discutibili si riempiono la bocca di storie che con il marketing storytelling hanno poco a che fare. Perché sì, il marketing storytelling deve servire per aumentare il fatturato, non certo per intrattenere il pubblico e distrarlo. Parliamo infatti di storie finalizzate alla promozione di un prodotto o di un servizio, storie che aiutano a vendere di più e vendere meglio. Del resto i potenziali clienti di oggi non sono più abituati a sorbirsi le vecchie pubblicità alla Gerry Scotti: “un risotto così non lo hai mai assaggiato”. Quello che vogliono è immedesimarsi nei protagonisti di un video (ambientato magari nella stessa località turistica da promuovere), o seguire le avventure dell'influencer che fa da testimonial a un brand. Voglio quindi mostrarti 7 esempi di marketing storytelling efficaci da cui prendere spunto e ispirazione. Cominciamo!

1) MULINO BIANCO E “IL MULINO CHE VORREI”

Il brand Mulino Bianco di proprietà Barilla ha sempre investito moltissime risorse nello storytelling marketing. Tutti noi ricordiamo gli spot video di Antonio Banderas, girati in ambientazioni ricostruite da zero: una riproduzione in scala reale del famoso “Mulino Bianco” (in realtà mai esistito), che ha ospitato le gesta dell'attore holliwooddiano in veste di mugnaio e panetterie. I video sono andati in onda in televisione e sono poi stati postati sul canale Youtube di Mulino Bianco. Scopo dichiarato (o quasi) è dare vita a una narrazione intima e famigliare, per mostrare il volto autentico del brand e trasmettere, attraverso lo schermo, valori come la semplicità, la genuinità delle materie prime, il rispetto della tradizione. La retorica abbonda, ma non è forse su questo che si basa lo storytelling marketing?

2) THE GIRA: VIAGGI IN APE CALESSINO 2.0

Il video non è l'unico strumento a disposizione per fare marketing storytelling. Un altro canale valido sono i social network e il blog. Nel secondo esempio ho deciso di citare il caso di The Gira, tour operator lombardo specializzato in viaggi in Ape Calessino. I ragazzi di questo piccolo ma agguerrito brand hanno scelto di ingaggiare, di stagione in stagione, alcuni influencer e star del web, trasformandoli per un week end o una settimana in avventurieri (ovvero in brand ambassador, ambasciatori del brand). Lo storytelling si è tradotto quindi nel racconto del viaggio a bordo dell'Ape Calessino, con una condivisione massiccia di foto e video via social e resoconti della vacanza via blog. Un modo decisamente originale e moderno per lanciare un servizio altrimenti difficile da promuovere.

3) SUPPORT CYCLISTS: LO STORYTELLING DI SELLE ROYAL

Selle Royal, con base in provincia di Padova, è una delle più grandi multinazionali del settore bike, prima produttrice al mondo di sellini per biciclette. Un fatturato annuo di svariati milioni di euro permette all'azienda di muoversi su più fronti, promuovendo i suoi prodotti anche attraverso il marketing storytelling. Esempio lampante è la campagna “Support Cyclists”, un tour on the road con protagonista un piccolo furgoncino officina / bar. A bordo di questo simpatico mezzo, un team di tre persone formato da un barman, un meccanico e un'animatrice, ha girato alcune capitali d'Europa per fornire effettivo supporto ai ciclisti, sotto forma di piccole riparazioni gratuite, caffè o semplici chiacchiere. Il tutto, ovviamente, è stato raccontato via social e video, oltre che attraverso il magazine digitale di Selle Royal.

4) LO YOUTUBER LOUIS E LO STORYTELLING LAVAZZA 

Lo storytelling marketing avviene ormai anche solo ed esclusivamente su Youtube, avvalendosi del contributo di youtuber famosi con oltre un milione di iscritti. Emblematico è il caso di Lavazza, che ha trovato nel giovano youtuber Louis un valido testimonial. Il team creativo al lavoro per conto di Lavazza ha ideato e confezionato tre video in giro per il mondo, mostrando come gli altri paesi consumano il caffè e la colazione. Una trovata semplice per coinvolgere un pubblico di giovani e giovanissimi (l'audience tipo di Louis) e affezionarlo a un brand tutto sommato percepito come istituzionale. Mossa azzeccata? A vedere il numero di visualizzazioni e di commenti nei video direi di sì: l'esperimento di storytelling marketing Louis – Lavazza ha funzionato!

5) #MYPUGLIASTORY: I LOCAL RACCONTANO LA PUGLIA

Può un'intera regione alimentare il passaparola grazie allo storytelling? E soprattutto: può un'intera regione affidare questo storytelling a persone comuni? Certo che sì! Non bisogna per forza assumere e pagare un testimonial per attuare una campagna di storytelling. La regione Puglia, attraverso il portale Mypugliastory, ha pensato bene di dare voce ai “local”, ovvero alle persone che vivono e lavorano a Bari, Lecce, Ostuni e nelle tante altre località di questa bellissima regione. Il risultato è un mosaico di racconti fotografici e testimonianza relative a eventi, novità, iniziative, esperienze, ricette e tutto ciò che può servire per raccontare (e promuovere) la regione Puglia. Scoprire la Puglia con gli occhi dei local è senz'altro un bel sistema per incentivare il turismo senza passare per il solito advertising e le solite tecniche di marketing. 

6) IL MARKETING STORYTELLING VIA SOCIAL DI FIAMMA

I branded content stanno andando moltissimo in questo ultimo periodo. Né più né meno con questo termine vengono indicati i contenuti brandizzati, ovvero le immagini e in minima parte i video che riportano esplicitamente il nome del brand (nove volte su dieci sotto forma di logo). È un marketing storytelling prettamente visual, che passa in gran parte per social media come Facebook e Instagram. Ad oggi lo utilizzano molte aziende e tra queste mi piace segnalare un marchio italiano famoso nel settore camper e accessori per la vacanza en plein air. Il marchio si chiama Fiamma ed è tuttora molto attivo nel raccontare i propri prodotti per bocca di una moltitudine di micro-influencer sparsi in Italia e all'estero.

7) I PODCAST DI MINI PER LO STORYTELLING AUDIO

L'ultimo esempio è forse il più innovativo in assoluto. Parliamo stavolta di podcast, vale a dire di contenuti audio distribuiti sul web tramite apposite piattaforme (Spotify, Podomatic, ecc). Con i podcast è possibile attuare strategie di storytelling a puntate, raccontando storie, aneddoti e quant'altro che non ruotano necessariamente intorno al marchio. Così ha deciso di fare anche Mini, il celebre marchio automobilistico, che con Prime Svolte ha lanciato un ciclo di podcast “sulle prime volte che ci rendono umani, vivi, veri, grandi. Un viaggio tra i riti, le paure e le trasformazioni”. Ti consiglio di ascoltare le puntate perché puoi benissimo pensare di fare qualcosa di simile anche da solo, senza testimonial e senza particolari investimenti. In qualunque settore di business! 

Iscriviti al mio corso per PMI e scopri le migliori tecniche di marketing!

Sei un Imprenditore?

Conosci il sistema che utilizzano le aziende per crescere velocemente?

Accedi ora GRATIS al WORKSHOP PMI SYSTEM

Close

85% Completato

Sei un imprenditore?

Conosci il sistema che utilizzano le aziende per crescere velocemente?

Accedi ora GRATIS al WORKSHOP PMI SYSTEM